POLITICA QUALITÀ, AMBIENTE, SALUTE, SICUREZZA E RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLA CAVE DI CAMPIGLIA S.P.A.

 

La CAVE di CAMPIGLIA SpA, grazie allo sviluppo di un sistema organizzativo avanzato, dotato di risorse professionali aggiornate e di impianti, mezzi e attrezzature all’avanguardia nel settore, è pronta ad affrontare nuove sfide per il continuo miglioramento della soddisfazione dei propri clienti e del Sistema di Gestione Integrato per migliorare così la qualità dei servizi offerti, le proprie prestazioni ambientali, i livelli di salute e sicurezza sul lavoro e attuando una politica di responsabilità sociale che tenga conto delle esigenze dei clienti, dei propri lavoratori e di tutte le parti interessate.
Ogni lavoratore deve sentirsi coinvolto in quest’opera di miglioramento costante, collaborando in maniera costruttiva nella definizione di procedure efficaci e nella rilevazione e rimozione di eventuali non conformità.
La Direzione favorisce questo processo di crescita comune mediante una capillare comunicazione interna e adeguate azioni di sensibilizzazione e formazione del personale in materia di qualità, ambiente, sicurezza e responsabilità sociale, nella consapevolezza che ognuno svolge compiti importanti e che gli obiettivi fissati possono essere raggiunti soltanto con la collaborazione di tutti.

Inoltre, l’organizzazione svolge le proprie attività nel pieno rispetto delle disposizioni legislative, delle norme tecniche applicabili e di altri requisiti volontariamente sottoscritti, con particolare attenzione alle prescrizioni nazionali, regionali e locali in materia di sicurezza e salute sul lavoro e in materia ambientale.

Al fine di perseguire i propri obiettivi, la Direzione della CAVE di CAMPIGLIA SpA segue le seguenti direttive generali:

Qualità:

  • garantendo l’efficacia e l’efficienza delle prestazioni offerte affinché rispondano ai requisiti contrattuali, alle aspettative esplicite ed implicite del cliente e ai criteri stabiliti dalla normativa di riferimento, attraverso l’attribuzione di compiti, responsabilità e metodologie di lavoro procedurizzate;
  • migliorando il risultato economico dei processi con conseguente aumento del margine utile netto;
  • garantendo la disponibilità e la visibilità delle registrazioni, ovvero di tutti quei dati che costituiscono l’evidenza oggettiva della qualità del servizio;
  • promuovendo il coinvolgimento, la sensibilizzazione e la formazione del personale, al fine di acquisire la consapevolezza degli effetti del proprio comportamento rispetto alla Qualità, all’Ambiente e alla

Sicurezza sul luogo di lavoro:

  • misurando il grado di soddisfazione dei clienti;
  • garantire, fin dalla fase di definizione delle nuove attività, nonché durante la progettazione e/o revisione di quelle esistenti, che gli aspetti relativi alla sicurezza siano considerati contenuti essenziali;
  • verificare l’affidabilità delle prestazioni in termini di sicurezza delle imprese fornitrici;
  • formare ed informare il personale (con particolare attenzione ai neoassunti) relativamente ai temi inerenti la sicurezza aziendale e ai rischi connessi all’attività svolta e sulle relative misure di prevenzione e protezione da adottare al fine di garantire lo svolgimento della propria mansione in sicurezza;
  • responsabilizzare tutto il personale sull’uso dei DPI che l’azienda mette loro a disposizione;
  • impegnarsi affinché, nel tempo, vengano adottati sistemi di prevenzione che consentano la riduzione dell’utilizzo dei DPI;
  • assicurare salubrità ed igiene negli ambienti di lavoro; mirare il controllo sanitario alla specificità di ogni tipo di rischio; applicare i principi ergonomici nella predisposizione dei posti di lavoro;
  • impegnarsi a ridurre nel tempo i costi relativi alla sicurezza;
  • garantire che tutta la struttura aziendale, secondo le proprie attribuzioni e competenze, gestisca le proprie attività con l’obiettivo di prevenire incidenti, infortuni e malattie professionali;
  • valutare preventivamente che macchine, impianti e/o attrezzature siano conformi ai criteri di sicurezza previsti dalla legislazione vigente ed effettuare gli interventi manutentivi per garantire la funzionalità e la sicurezza;
  • mantenere attive le misure di prevenzione predisposte contro le emergenze e quelle da attuarsi nei casi di primo soccorso, di lotta antincendio e di evacuazione dei lavoratori;
  • far fronte con rapidità, efficacia e diligenza a situazioni di possibile emergenza o incidenti che potrebbero verificarsi nel corso delle operazioni, anche collaborando con organizzazioni esterne e con gli Enti preposti;
  • tenere sotto controllo le potenziali situazioni di emergenza che possono avere effetti sull’ambiente e sulla salute e sicurezza dei propri lavoratori e delle eventuali altre persone presenti, oltre che considerare le esigenze dei servizi di soccorso esterni e le emergenze potenzialmente derivanti dalle aziende circostanti;
  • garantire che ogni incidente sia seguito da una sistematica indagine interna, al fine di individuare le eventuali carenze del Sistema di Gestione Integrato e gli altri fattori che hanno potuto causare o contribuire al verificarsi dell’incidente, di individuare la necessità di azioni correttive o l’opportunità di azioni preventive, al fine del miglioramento continuo

Responsabilità sociale:

  • conformarsi a tutti i requisiti previsti dallo standard SA 8000:2008 e, in particolare:
  • lavoro infantile: non viene impiegato lavoro infantile in nessuna attività lavorativa, dove per lavoro infantile si intende la prestazione di persone di età inferiore ai 16 anni, impossibilitate a frequentare la scuola dell’obbligo e a svolgere un’esistenza confacente la loro età;
  • lavoro forzato e obbligato: non viene esercitata alcuna forma di coercizione o obbligo nei confronti dei propri dipendenti e collaboratori;
  • salute e sicurezza: l’organizzazione garantisce ai dipendenti un ambiente di lavoro sicuro e salubre con servizi adeguati e strumenti di controllo e protezione da materiali e situazioni rischiose, conformemente alle normative vigenti in materia;
  • libertà di associazione e diritto alla contrattazione collettiva: è consentito ai lavoratori di formare, partecipare e organizzare sindacati secondo la propria volontà e di poter contrattare collettivamente, liberamente e secondo la legge;
  • discriminazione: l’organizzazione non attua né sostiene alcuna forma di discriminazione in base a razza, ceto, nazionalità, religione, invalidità, sesso, orientamento sessuale, appartenenza a sindacato o parte politica o ogni altra condizione che potrebbe comportare discriminazione;
  • procedure disciplinari: il personale viene trattato con dignità e rispetto; non viene tollerato l’utilizzo di punizioni corporali, coercizione mentale o fisica, abuso verbale e ogni altra forma di trattamento severo o inumano; le procedure disciplinari che possono essere applicate sono quelle previste per legge e dal contratto collettivo nazionale di categoria;
  • orario di lavoro: l’orario di lavoro rispetta il monte ore previsto dal contratto collettivo nazionale di categoria e lo straordinario, quando necessario, deve essere ricompensato in modo idoneo;
  • retribuzione: l’organizzazione rispetta il diritto del personale ad una retribuzione dignitosa e garantisce che i salari corrisposti siano almeno uguali agli standard legali minimi e comunque sufficienti a soddisfare i bisogni primari del personale, oltre che a fornire un qualche guadagno discrezionale.

In applicazione dei principi sopra enunciati, l’organizzazione di impegna inoltre a perseguire i seguenti obiettivi:

  • applicare e rispettare le leggi nazionali e internazionali in materia di responsabilità sociale;
  • riesaminare la presente Politica Integrata nell’ottica del miglioramento continuo, in considerazione delle modifiche intervenute a livello legislativo, quelle relative ai requisiti del proprio codice di condotta e qualsiasi altro requisito aziendale;
  • verificare che la presente Politica Integrata venga efficacemente documentata, applicata, mantenuta attiva, comunicata e resa accessibile in forma comprensibile a tutto il personale e alle parti interessate; in particolare, la presente Politica sarà affissa in bacheca e pubblicata sul sito web aziendale;
  • attivare un sistema di comunicazione e di dialogo con tutti gli interlocutori sociali dell’organizzazione;
  • effettuare un’azione costante che miri al coinvolgimento, alla motivazione e allo sviluppo delle professionalità di tutto il personale, attraverso interventi di formazione continua, informazione e sensibilizzazione;
  • selezionare i propri fornitori affinché assicurino il rispetto dei principi etici e, allo stesso modo, i loro fornitori e subfornitori.

    Cave di Campiglia SpA 

L’Amministratore Delegato

          Mauro Redaelli